ATTORI E MASCHERE DEL TEATRO ANTICO

A cura di: Amelia D’Amicis, Antonietta Dell’Aglio, Laura Masiello, Laura Trombetta

Testi di Amelia D’Amicis
Museo Nazionale Archeologico
di Taranto, 2004
Allestimento di Armanda Zingariello

maschera

L’arte della recitazione

Le strutture architettoniche

I generi teatrali

Le farsa e le altre forme parallele di spettacolo

La documentazione che oggi occupa gli spazi espositivi rinnovati del Museo Nazionale di Taranto, rappresenta un tassello da aggiungere alla conoscenza e alla riscoperta del patrimonio storico e artistico di questa nostra città, così tanto celebrato, ma ancora oggi valutato ed apprezzato prevalentemente da specialisti e amanti dell’antico. In quest’ottica, perché il sapere non resti appannaggio di pochi, l’esposizione si propone come strumento di divulgazione, avvalendosi di un’impostazione essenzialmente didattica che insieme ai materiali recuperati nelle sepolture della necropoli tarantina illustri attraverso pannelli esplicativi questo particolare argomento in modo vivace e accattivante, nel tentativo di avvicinare il pubblico, soprattutto quello più giovane, al nostro grande passato, invitandolo a riconoscere e ad apprezzare il valore di tali testimonianze.
Inserita in una cornice allestitiva di grande impatto e suggestione, la mostra consente pertanto di ricostruire e trasmettere al pubblico un quadro d’insieme sul mondo dello spettacolo in antico, con uno sguardo di riguardo a Taranto e alla sua incredibile produzione artistica, la cui eccezionale qualità, insieme alla varietà tipologica dei materiali provenienti della sua necropoli, ad eccezione di tre vasi da Canosa e Rutigliano, costituisce già di per sé un motivo valido per non perdere l’esposizione.

Ideata da Antonietta Dell’Aglio, direttore del Museo Archeologico di Taranto, e da Amelia D’Amicis, per rispondere ad una sollecitazione dell’Associazione Amici dei Musei di Taranto, la mostra “Attori e maschere del teatro antico” è stata sviluppata e curata, a livello scientifico, dalle stesse, da Laura Masiello e da Laura Trombetta. Il progetto allestitivo e l’immagine dell’esposizione si devono ad Armanda Zingariello. Per tutti gli altri aspetti allestitivi ha collaborato il personale del Museo e della Soprintendenza di Taranto.

Valid HTML 4.01!